Archivio | Strumenti per la piega RSS feed for this section

Recensione Piastra per capelli Bellissima FC16

28 Set

Precisiamo una cosa, il Gomitolo ha i capelli lunghissimi *_* (o, almeno, spera lo siano!) e solitamente molto/troppo gonfi.

Vi metto una fotina post “stiratura leggera”:

(le occhiaie…il mento deforme….la macchina foto di mia madre è impietosamente soloinvidiosaaa!! cmq scattata alle 22:50, il trucco tiene ancora WOW)

Cosa può fare una ragazza che ha capelli di diametro medio-grosso, ultratinti (e quindi ipernutriti di balsami) e un po’ ricci di natura, ma impervi? Piastrarli ogni tanto per vedere la propria faccia con connotati umanamente accettabili. Ecco la soluzione.

La piastra, per chi spende molto tempo in capello-scultura, è come la pillola: un rapporto di odio e amore–> lei ti mette la testa perfettamente “in bolla”, ma c’è da ammettere che il suo principio termodinamico non sia un toccasana per i capelli…Ad esempio, un abuso di piastra o ferri per capelli (ma anhce il solo phon) causa perdita di tono, di lucentezza e lo sfibrarsi degli stessi:  le DOPPIE PUNTE. Questo accade soprattutto passando la piastra più volte su ogni ciocca per ottenere l’effetto desiderato, a causa delle temperature troppo basse di alcuni modelli in commercio.

Ora sfatiamo un mito: non sono tutte uguali, anche se hanno scritto Tormalina,ceramica,giada….No. Non lo sono affatto.

Sono poche le marche che garantiscono un effetto preciso in poche mosse (per la salute del capello), durature e che raggiungano temperature consone ( e le mantengano): GHD, IMETEC (serieBELLISSIMA) e BABYLISS.

Dopo anni di esperienza posso dire di aver capito cosa volgio da una piastra: capelli in ordine, sgonfiati nei punti giusti (lunghezze, mai alla radice) e che non mi cuocia le punte.

Ho provato molte delle versioni di Imetec Bellissima e solo una si è rivelata all’altezza delle aspettative: il modello che tutt’ora possiedo, FC16, eccola:

Permette di ottenere davvero un liscio perfetto con una sola passata, lucido e i capelli non perdono tutto il loro volume.

Con un po’ di pratica si possono ottenere altri effetti per la piega (io ho provato a fare il boccolo, seguendo le istruzioni passo a passo: mi è venuto quadrato… magari voi siete più brave..)

Dai 40 minuti che ci volevano con la vecchia Philips, con questa posso lavorare ciocche più corpose di capelli, perchè ha una cerniera snodabile atta allo scopo, senza che l’effetto finale ne sia compromesso, ora in 10 minuti sono lisssssia 😀

C’è da ammettere che non la uso più di due volte al mese, perchè sono certa che non sia un bel sopportare per la mia povera capigliatura, ma la rapidità è un guadagno inestimabile per chi la usa più spesso!!

Ve la consiglio, caldamente ;D. Nella confezione è inclusa anche una speciale custodia isolante, sullla quale si può appoggiare la piastra durante l’uso, senza la paura di rovinare le superfici d’appoggio.

E mi raccomando, non cadete in tentazione con piastre di marche sconosciute e dalle pretese troppo alte per il prezzo offerto: saranno soldi buttati, anche se pochi, e capelli sciupati! Meglio poter leggere prima delle recensioni di modelli più sicuri! Ne parlo per esperienza!!

Baci,

Momo La Balle

Annunci